“Spazio a…” – La “Associazione ccn Centro Cavour” e il Liceo Azuni insieme per la città

Inauguriamo oggi la sezione “Spazio a…” del nostro giornale on-line. Si tratta di una opportunità a disposizione sia di tutti i componenti della comunità scolastica che di chiunque altro collabori con il Liceo Azuni per il varo di progetti o la realizzazione di iniziative ed eventi non soltanto nell’ambito dell’Istituto ma anche in quello della città di Sassari e del territorio. Ad aprire questa nuova pagina è la “Associazione ccn Centro Cavour”, con la quale la nostra scuola si onora di collaborare nel lodevole sforzo di valorizzare il centro cittadino dal punto di vista culturale ed artistico. Il testo che segue, tratto da un comunicato stampa del giornalista Giovanni Dessole, che per l’associazione cura i rapporti con i media, illustra le inziative messe a punto per il mese di dicembre di quest’anno in collaborazione con gli studenti delle scuole superiori e, in particolare, con il Liceo Azuni.

 

L’interazione tra la “Associazione ccn Centro Cavour” di Sassari e gli studenti

La piazza Tola disegnata nel racconto di Enrico Corrias, della 4^ C del liceo classico, #comeèbellalacittà. La piazza Azuni descritta fra le righe del testo di Carola Panu, della 5^ D del liceo classico, #eternità. La stazione ferroviaria immortalata dalle parole di Francesca Bin, della 5^ L del liceo musicale, #iltrenodeiricordi. Questi gli elaborati, classificatisi rispettivamente al primo, secondo e terzo posto fra i quindici valutati, che grazie al  meticoloso impegno degli autori, alla loro fantasia e al loro estro nello scrivere testi densi di poesia, interesse e significato, si sono aggiudicati la prima edizione del concorso di idee “Immagini e parole di Sardegna”, organizzato dalla “Associazione ccn Centro Cavour” di Sassari, presieduta da Gavino Macciocu, con l’elaborazione grafica di Enrico Pinna e il coordinamento di Erika Gallizzi, in collaborazione con la dirigenza  e alcuni docenti del Liceo Azuni di Sassari, per la precisione il professor Gian Piero Farena (responsabile della comunicazione dell’Istituto), il professor Salvatore Altana (liceo musicale) e la professoressa Antonella Buzzerio (liceo coreutico). Degli studenti coinvolti nell’iniziativa, alcuni dei quali inseriti nella redazione di “Azuni news”, oltre ai tre vincitori, gli altri dodici che hanno lavorato alla produzione degli elaborati per il concorso sono i seguenti: Marco Brau – 5^ D liceo classico, Martina Sini – 5^ C liceo classico, Fabrizio Ruiu – 5^ C liceo classico, Giada Pulina – 5^ CO liceo coreutico, Noemi Mura – 5^ CO liceo coreutico, Daniela Monni – 4^ CO liceo coreutico, Giulia Pintus – 4^ CO liceo coreutico, Elena Satta – 5^ CO liceo coreutico, Miriam Barrocu – 5^ CO liceo coreutico, Valeria Mignano – 5^ L liceo musicale, Ilaria Pinna – 5^ L liceo musicale, Irene Cugurra  – 5^ L liceo musicale. Oltre che agli studenti del Liceo Classico, Musicale e Coreutico “D. A. Azuni”, diretto dal professor Roberto Cesaraccio, anche a quelli dell’Istituto Tecnico Agrario “Nicolò Pellegrini” di Sassari, diretto dal professor Paolo Acone, spetta quest’anno un ruolo importante negli eventi organizzati dalla “Associazione ccn Centro Cavour”, essendo essi infatti i protagonisti della narrazione storica del tema che contraddistingue l’edizione 2020 del progetto dal titolo “Dal mare alla terra… viaggio nel tempo in centro – Mestieri Arti e Racconti del passato, patrimonio storico e culturale del nord Sardegna”. I due Istituti, tra l’altro, sono tra i più partecipi ed attivi di quelli che aderiscono al progetto “La Nuova@Scuola” de La Nuova Sardegna, sempre disponibili al confronto ed all’incontro con le varie realtà cittadine.

 

 

Il concorso di idee sul tema “Immagini e parole di Sardegna”

Assegnati loro alcuni splendidi scatti d’epoca messi gentilmente a disposizione dall’editore Carlo Delfino sul centro urbano di Sassari ed aree limitrofe, nonché su Fertilia, Porto Torres, Alghero e sulla Nurra, gli studenti del Liceo Classico, Musicale e Coreutico “D. A. Azuni” si sono cimentati nell’elaborazione di un breve racconto capace di “ritrarre e immortalare in parole” le foto esaminate. Un racconto capace di contestualizzare, suscitare curiosità ed emozione, mostrare al presente la città del passato con gli occhi, la visione e gli scritti di giovani che si auspica siano i prossimi protagonisti del futuro. Per i vincitori è stato previsto un riconoscimento, mentre per tutti i lavori è stata decisa anche la pubblicazione sulla pagina Facebook della “Associazione ccn Centro Cavour” al fine di essere votati dagli utenti per individuare il migliore entro la fine dell’anno. Gli organizzatori hanno inoltre stabilito di raccogliere i quindici elaborati prodotti dagli studenti azuniani in una esposizione allestita per il pubblico in un apposito spazio della “Galleria Cavour”, nell’omonima via del centro cittadino. A ogni foto e ad ogni racconto, richiesto con una lunghezza massima di 500 battute, è stato anche associato un hashtag (#) immaginato ad hoc dai ragazzi, anch’esso su esplicita richiesta degli organizzatori del concorso, quale sintesi personale dell’immagine commentata e link ad un linguaggio che appartiene sempre più alle nuove generazioni. Non è stato invece posto alcun vincolo all’elaborazione dei testi, nel senso che gli studenti sono stati lasciati liberi di esprimersi nel “raccontare” ognuno a proprio modo la foto loro assegnata tra le quindici complessive, selezionate fra trentadue disponibili. Tutti gli scritti si richiamano allo stile della prosa, con la sola eccezione di un testo in prosa poetica. Gli elaborati sono stati giudicati da un’ apposita giuria nel corso di un incontro tenutosi nella sala conferenze della Camera di Commercio di Sassari. Ospitale padrone di casa è stato il segretario generale dell’ ente camerale, Pietro Esposito, mentre il presidente Stefano Visconti, insieme al presidente della “Associazione cnn Centro Cavour”, Gavino Macciocu, ha fatto parte della commissione con altri giurati d’eccezione come Piero Maieli (Regione Sardegna), Tore Saba (Provincia di Sassari), Rosanna Arru (Comune di Sassari), Antonio Garrucciu (Banco di Sardegna), Paola Ruggeri (Università di Sassari), Stefano Sardara (Dinamo Banco di Sardegna), Roberto Sanna (La Nuova Sardegna), Mario Mossa (TGR Rai), Leonardo Marras (Fondazione Maria Carta), Giuseppe Canu (Confcommercio), Giovanni Maria Pittorru (Liceo Azuni), Paolo Acone (Istituto Tecnico Agrario “Nicolò Pellegrini”), Stefano Ercolani (Officina 29 Architetti).

 

 

La collaborazione con le scuole e in particolare con il Liceo Azuni

L’iniziativa del concorso “Immagini e parole di Sardegna” rientra tra quelle che caratterizzano il mese di dicembre in via Cavour a Sassari, messe in campo dalla “Associazione ccn Centro Cavour”, che puntano da sempre a offrire qualcosa di concreto alla città, ai suoi abitanti e a chi la visita. Iniziative volte a rendere accogliente, fruibile e bello lo spazio urbano, in particolare riqualificando e animando il centro. Si tratta di attività ed eventi che puntano a coinvolgere anche gli studenti di Sassari e dell’hinterland, i loro docenti e i dirigenti scolastici, i quali hanno mostrato grande disponibilità ed accettato questa sfida con entusiasmo e spirito propositivo. Una collaborazione a doppio senso, dunque, che nel caso del Liceo Classico, Musicale e Coreutico ha coinvolto gli studenti dei tre corsi di studio nella partecipazione al concorso di idee incentrato sul tema della storia e della narrazione del ricordo, tra parole e immagini. L’ esposizione al pubblico degli elaborati degli studenti azuniani e quella degli stumenti e macchinari storici per il lavoro della terra e le attività ad esso connesse, organizzata dall’ Istituto Tecnico Agrario “Nicolò Pellegrini”, saluteranno la fine dell’anno in corso e l’inizio di quello nuovo, con i migliori auspici per una continua sinergia tra la “Associazione ccn Centro Cavour” e il mondo della scuola.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento