I Cavalieri di Aristofane nella versione del Liceo Azuni

Qualche settimana fa, presso l’Auditorium Vanni Ponti del Liceo Musicale e Coreutico in via Marialisa de Carolis, si è tenuta la rappresentazione finale del laboratorio di teatro del Liceo Azuni, con tre repliche dello spettacolo al mattino e una aperta al pubblico in orario serale.

locandina

Gli studenti che hanno partecipato all’attività, sotto la sapiente guida del regista Sante Maurizi, hanno portato in scena l’adattamento della commedia greca Cavalieri di Aristofane.


L’opera racconta la storia di Paflagone, astuto servo del ricco e anziano Popolo, che si è assicurato i favori del padrone ma aspira anche ad avere il suo potere.
Riuscirebbe nel suo scopo, con un comportamento ipocrita e adulatorio, se solo il coro dei cavalieri non apprendesse, da un oracolo, che Paflagone sarà estromesso da uno peggiore di lui.


La scelta dei cavalieri cade sul cinico e ignorante Salsicciaio, il quale, affrontando il rivale con insulti e minacce, risulterà il vincitore dello scontro.


Soltanto sul finale, Popolo darà prova di non essere sciocco come sembra, decidendo di punire Paflagone. Anche il Salsicciaio dimostrerà di avere soltanto fatto finta di essere egoista e interessato al potere, diventando invece un cittadino civile e stimato.
La commedia, portata in scena nel 424 a.C., rappresentò a suo tempo un attacco nei confronti di Cleone, l’uomo che in quel periodo si era guadagnato ad Atene il consenso della popolazione grazie a una politica aggressiva e spregiudicata.


L’adattamento che ne è stato fatto nel laboratorio del Liceo Azuni è risultato leggero e divertente, infatti, tra satira politica e giochi di parole, il tempo della rappresentazione scorre rapidamente con un bel coinvolgimento del pubblico.


L’allestimento dello spettacolo è stato possibile grazie al coordinamento dei docenti Alessandra Biancareddu, Andrea Bini e Nicola Cadoni, che hanno guidato gli studenti dei tre indirizzi di studio del nostro istituto nell’organizzare la rappresentazione. La messa in scena della commedia è stata sempre aperta e chiusa dai brani musicali eseguiti dagli studenti del Liceo Musicale, mentre un’alunna del Liceo Coreutico ha coinvolto gli attori in una danza coreografica sulle note del brano You can’t always get what you want dei Rolling Stones. È stato un gran bel lavoro di squadra, dunque, che merita di essere ricordato con la menzione di tutti gli alunni dell’Azuni che vi hanno preso parte.
Ecco, a seguire, tutti i loro nomi e i rispettivi ruoli.


Attori (tutti del Liceo Classico): Enrico Baroffio, nel ruolo del Salsicciaio; Matteo Pescio, nel ruolo di Popolo; Francesca Pinna, nel ruolo di Paflagone; Valentino Blasina, Enrico Corrias, Leandro Cossu, Emilia Furfaro, Eleonora Ledda, Elisa Merolle, Marta Nuvoli, Martina Sini, Vittoria Sini, Livia Sulas e Sara Zene, nel ruolo dei componenti del coro dei cavalieri.
Musicisti dell’orchestra (tutti del Liceo Musicale): Virginia Bini, Andrea Budroni, Serena Cabitta, Marta Cantara, Paolo Carboni, Stefano Carta, Federico Casula, Michele Cocco, Samuele Cossu, Daniele Delogu, Davide Di Pierro, Dario Enna, Gabriele Fais, Amalia Farris, Luna Lepori, Tommaso Lungheu, Giada Moschella, Alessandro Ortu, Alberto Paddeu, Emanuele Piga, Ilaria Pinna, Federico Pintus, Gonaria Porchedddu, Emanuele Santona, Riccardo Scarone, Gabriele Zuri.
Danzatrice: Paola Chiara Lochi, del Liceo Coreutico.

Testo di Enrico Baroffio – Classe 5^C Liceo Classico

(immagini a cura della redazione)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *